Atti in ambito societario

Gli atti maggiormente ricorrenti in ambito societario sono le costituzioni di società di persone e di società a responsabilità limitata, gli atti modificativi delle società di persone e di verbali delle società a responsabilità limitata; meno frequenti sono invece le costituzioni delle società per azioni o in accomandita per azioni, delle società cooperative e delle società consortili. Per le costituzioni i clienti appaiono informati in maniera sufficiente solo su alcuni aspetti dei patti sociali (ragione sociale, soci, amministrazioni, quote, capitale, sede, oggetto della società). Sono invece poco informati, o non lo sono affatto, sulle altre clausole dei patti sociali, quali i trasferimenti delle quote, le clausole di gradimento e di prelazione, recesso, morte del socio, quorum costitutivi e deliberativi delle società di capitali, finanziamenti, apporti dei soci, liquidazione, clausola compromissoria, illecita concorrenza eccetera. Le clausole relative mostrano tutta la loro importanza in caso di sopraggiunti contrasti tra i soci o nei trasferimenti delle partecipazioni nelle quali non v'è accordo tra i soci stessi, oppure in caso di morte o sopraggiunta incapacità di uno dei soci. L'esperienza e la competenza del notaio si palesano allora di evidente utilità, perché patti sociali inadeguati, incompleti o addirittura contraddittori possono di fatto incidere, anche con effetti infausti, sull'esistenza stessa della società fino a provocarne l'estinzione con rilevanti danni economici per i soci. L'informazione del cliente per tali atti deve essere allora più completa possibile, tenendo conto che il cliente farà affidamento per gli stessi sulla consulenza di due professionisti, il commercialista e il notaio. È necessario pertanto che il cliente, normalmente in sede di stipula non opportunamente informato, richieda al notaio tutte le informazioni necessarie prima di sottoscrivere l'atto societario.

Share by: